Passa ai contenuti principali

Makroud

Ricetta dei makroud
I makroud sono dei dolci tipici tunisini preparati con un ripieno di datteri o mandorle ( aromatizzato con cannella, chiodi di garofano e buccia di arancia grattugiata) che vengono passati nella semola, poi fritti e ricoperti con miele o caramello.  Non sono facilissimi da preparare e come la maggior parte dei dolci arabi al palato si rivelano molto zuccherati e possono non piacere.
In Italia fino a qualche anno fa  i makroud erano dei dolci poco conosciuti, oggi invece si possono trovare anche nelle pasticcerie delle grandi città e nei negozi aperti da arabi che risiedono da tempo nel nostro paese.
Se amate i datteri  provate la ricetta dei datteri ripieni ai pistacchi.

Ricetta makroud

Pubblicato da -

 Ingredienti per 8 persone:
 kg 1 semola di grano duro
 gr. 250 burro o olio evo
 gr. 250 zucchero
 ml. 200 acqua
 gr. 500 datteri
 gr. 5 cannella
 4 chiodi di garofano
 1 pizzico di pepe
 arancia grattugiata
 olio per friggere
 Ingredienti per la copertura:
 gr. 700 miele
 gr. 70m acqua
 Tipo di portata:
 Dolci
 Difficoltà:
 media
 Tempo di preparazione:
 40 minuti + il tempo
 di riposo dell'impasto

 Tempo di cottura:
 25 minuti






Preparazione
Preparare il ripieno con i datteri snocciolati e tritati e condirli con arancia grattugiata, cannella, chiodi di garofano e pepe. Impastare la semola con burro scaldato (o olio) e aggiungere acqua e zucchero. Amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto compatto e far riposare per mezz'ora.
Trascorso il tempo, stendere l'impasto in una sfoglia spessa 0,5 cm.
Stendere sulla sfoglia il composto di datteri lasciando i bordi liberi, arrotolare facendo in modo che il ripieno non fuoriesca e appiattire leggermente. Tagliare a rombi, friggere nell'olio bollente finchè non saranno dorati e scolarli su carta assorbente.
Per la coperura versare in una pentola miele e acqua e mettere sul fuoco. Riscaldare e, quando il miele sarà abbastanza liquido immergervi i makroud, poco alla volta, per pochi secondi. Estrarli con una paletta forata e posarli su di un piatto.

Commenti